Digital Strategy Roma
info@digitalstrategyroma.it

Blog

  • blog

La pubblicità online nel 2019

Con oltre 3,5 miliardi di query di ricerca su Google ogni giorno, la ricerca a pagamento per pubblicizzare i tuoi contenuti per parole chiave pertinenti è uno dei tipi più popolari ed efficaci di pubblicità online.

La pubblicità a pagamento sui motori di ricerca nel 2019

Fin dai primi anni 2000 abbiamo assistito ad una evoluzione continua della pubblicità online: si è passati dai banner statici lampeggianti, con una call to action minimal a delle vere e proprie aste online. A farla da padrone è Google, seguito da tutti gli altri motori di ricerca che si sono adeguati a quelle che ormai sono diventate pratiche standard e che andremo a scoprire nelle prossime righe.

Chiunque oggi può diventare un inserzionista pubblicitario facendo attenzione ad alcune regole da seguire per la creazione degli annunci inerenti la propria attività. Dopo aver redatto un annuncio da far partecipare ad un’asta online, si dovranno settare alcuni parametri come la durata della campagna, il budget e la zona di riferimento in cui si vuole far comparire la pubblicità online. Fatto questo si passa alla parte più importante per la creazione della campagna online, ovvero la creazione della pagina di atterraggio in cui si atterra dopo aver cliccato su un annuncio di pubblicità online.

Ora starete pensando tutti che una multinazionale, che dispone di un budget pressoché illimitato da investire in pubblicità, potrà farla sempre da padrone rispetto alla piccola e media azienda che ha il problema di far quadrare i conti a fine mese! Non è proprio così, c’è un algoritmo chiamato AdRank che può venire incontro ai piccoli e medi investitori per far uscire il proprio annuncio prima rispetto ad una grande società.

Come viene calcolato l’AdRank?

L’AdRank viene calcolato moltiplicando l’offerta del costo per clic massimo con la qualità del punteggio dell’annuncio, che viene calcolata misurando la pertinenza della pagina rispetto alla parola chiave. Proprio per la valutazione dell’AdRank, il miglior posizionamento non sarà garantito alle aziende che possono permettersi budget più elevati ma, almeno in alcuni casi, la scelta ricadrà sul contenuto più qualitativo e più coinvolgente per l’utente. Per lo stesso discorso invece, quelli che non tengono molto in considerazione il coinvolgimento dell’utente vedranno i propri annunci declassati in posizioni più basse a meno che non si paghi un costo per clic molto elevato.

Siete pronti a pubblicare il vostro primo annuncio a pagamento online? Per qualsiasi consulenza, supporto o strategia di comunicazione potete contattarci al seguente indirizzo email: info@digitalstrategyroma.it.

Skype: Digital Strategy Roma
/
Email: info@digitalstrategyroma.it

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Digital Strategy Roma